La Gomera di Corneliu Porumboiu, la proposta della Romania agli Oscar

la gomera di corneliu porumboiu, la proposta della romania agli oscar Il film “La Gomera”, il quinto lungometraggio del regista Corneliu Porumboiu, la proposta della Romania ai premi Oscar 2020, è proiettato nelle sale cinematografiche romene dal 13 settembre.

Il film “La Gomera”, il quinto lungometraggio del regista Corneliu Porumboiu, la proposta della Romania ai premi Oscar 2020, è proiettato nelle sale cinematografiche romene dal 13 settembre. “La Gomera”, che si annovera tra i lungometraggi eleggibili per essere nominati ai premi dell’Accademia Europea del Cinema, ha avuto la prima mondiale al Festival di Cannes di quest’anno e la prima nord-americana alla sezione „Masters” del Toronto International Film Festival 2019. Alla vigilia della prima romena, abbiamo parlato con una parte dell’equipe di produzione: con il regista Corneliu Porumboiu, le attrici Rodica Lazăr e Catrinel Marlon Menghia e l’attore George Piştereanu.

 

Corneliu Porumboiu afferma che „La Gomera” rappresenti una normale continuazione delle sue preoccupazioni come regista, considera il film una specie di thriller policier ed è contento che sia stato scelto come proposta della Romania agli Oscar dell’anno prossimo. Corneliu Porumboiu: “Sono molto onorato della proposta. Sono ansioso di vedere come sarà accolto il film nelle sale da cinema romene, è la cosa che mi interessa di più. Perché i festival rappresentano un legame tra il regista, il film e le sale da cinema. Con gli attori ho collaborato molto bene, ho lavorato con Vlad Ivanov anche ad altri progetti e tutto è andato bene sempre. Infatti, è stato un piacere lavorare con tutti gli attori del film. In fin dei conti, quando si vede un film, sono gli attori che si vedono in primo luogo. E se non sono bravi, puoi avere la migliore sceneggiatura, le migliori idee, ma il film non sarà di qualità. Almeno la metà del mio lavoro è dedicata agli attori.”

 

Il personaggio interpretato da Rodica Lazăr ne “La Gomera” si chiama Magda ed è procuratore. „Un personaggio con moltissime sfumature, divertente, che mi è piaciuto molto”, afferma l’attrice. Che sfide le ha portato il terzo ruolo di procuratore della carriera e che cosa l’ha determinata ad accettare la parte? “E’ una storia molto bella, in primo luogo è stata la trama a conquistarmi. Poi, Corneliu Porumboiu è lui stesso una sfida. Tutti i personaggi sono speciali, misteriosi. “La Gomera” è un film diverso dagli altri di Corneliu Porumboiu, sono stati diversi pure le riprese e il montaggio. Non sono dovuta né ingrassare, né radermi i capelli a zero, non ci sono state sfide di questo tipo. Però è stata una sfida per me stessa come attrice, perché ho voluto essere all’altezza del racconto, che è molto interessante, all’altezza delle esigenze di Corneliu Porumboiu, al livello del partner Vlad Ivanov.” 

 

Gli spettatori possono ammirare Catrinel Marlon Menghia nel ruolo di una donna fatale (Gilda) che ha legami con i capi della mafia dell’isola “La Gomera”, dove viene utilizzato un linguaggio fischiato. Quando l’ha scelta per il ruolo, Corneliu Porumboiu le ha suggerito di prendere come modello Rita Hayworth nella famosa pellicola noir Gilda. Catrinel Marlon Menghia: “E’ stato abbastanza impegnativo perché c’erano molte sequenze girate di notte e ad un certo momento la stanchezza si è fatta sentire. Ora ho visto il film per la seconda volta e la stanchezza dei miei occhi mi è sembrata visibile, però tuttavia nel film andava bene, perché sembravo concentrata nelle rispettive sequenze. E’ stato difficile, abbiamo lavorato d’inverno, d’estate, in primavera, ma è stato anche molto bello, direi che siamo stati come una grande famiglia, una cosa che a me non era mai successa e, a quanto abbia capito, neanche ai miei colleghi. L’ho avvertito soprattutto quando siamo andati per delle riprese sull’isola “La Gomera”, allora siamo stati insieme tutto il tempo, lo staff tecnico, noi, attori, l’equipe di produzione. Ricordo che eravamo così vicini e passavamo tutto il tempo insieme, cosicché Corneliu era costretto a sorvegliarci sempre e a controllare che andavamo a letto il prima possibile, perché le riprese cominciavano all’alba.”

 

Nel film “La Gomera”, ritroviamo anche l’attore George Piştereanu, il quale interpreta il ruolo di un poliziotto della Procura Antimafia, la DIICOT. Come ogni volta, George Piştereanu si è documentato molto bene per il ruolo: “Ho cominciato a prepararmi così come faccio ogni volta che accetto un ruolo. Cioè sono andato alla DIICOT, ho conosciuto una donna procuratore che mi ha risposto a tutte le domande che le ho fatto e mi ha aiutato ad entrare in contatto con alcuni poliziotti che mi hanno dato una mano. Quel periodo è stato il più importante per creare il personaggio, perché ci sembra di sapere tante cose sui poliziotti, sui gendarmi, però quando ci documentiamo, ci rendiamo conto che le cose stanno diversamente. Quanto alla collaborazione con Corneliu Porumboiu, ho capito subito ciò che voleva da me e dal mio personaggio, cosicché abbiamo collaborato molto bene. Con Vlad Ivanov e Rodica Lazăr ho lavorato benissimo, è una grande fortuna collaborare con attori di grande talento, insigniti di premi, come loro, che meritano davvero tutti i premi vinti. Ottima è stata anche la collaborazione con István Téglás. Siamo pure colleghi al Teatro Nazionale Ion Luca Caragiale di Bucarest. E’ molto importante per un attore che non vuole che il suo mestiere diventi una routine avere partner di qualità.” 

 

„La Gomera” è la prima produzione firmata da Corneliu Porumboiu che è stata girata anche all’estero, in Spagna e Singapore. Del cast fanno parte anche Sabin Ţambrea, Julieta Szönyi, István Teglas, Agustí Villaronga, Cristóbal Pinto e Antonio Buíl.


www.rri.ro
Publicat: 2019-09-29 17:36:00
Vizualizari: 227
TiparesteTipareste