Maria, Regina di Romania: il film arrivato nei cinema

maria, regina di romania: il film arrivato nei cinema Il primo film artistico avendo come protagonista la regina Maria di Romania, è arrivato di recente, nelle sale di cinema romene.

Il primo film artistico avendo come protagonista la regina Maria di Romania, è arrivato di recente, nelle sale di cinema romene. Il film punta sul contributo della regina Maria alla Conferenza di pace di Parigi del 1919, quando fu riconosciuta l’unificazione del 1918 e, di conseguenza, l’esistenza della Grande Romania. È una produzione romena, ma con una partecipazione internazionale. Con la regia del britannico Alexis Sweet Cahill, il film “Maria, Regina di Romania / Queen Marie of Romania” ha alla base una sceneggiatura scritta da Brigitte Drodtloff e Maria Denise Theodoru. Nel cast: Roxana Lupu, nel ruolo protagonista, accanto ad Adrian Titieni (Ionel Brătianu), Daniel Plier (re Ferdinando), Anghel Damian (il futuro re Carlo II), Philippe Caroit (il conte di Saint-Aulaire), Richard Elfyn (Lloyd George), Patrick Drury (Woodrow Wilson). Per aver ricreato l’atmosfera dell’epoca, per le riprese fatte in luoghi storici come il Palazzo Cotroceni, il Castello Peleș, Quai d’Orsay di Parigi, ma soprattutto per l’argomento e per il modo in cui è stato presentato, il film „Maria, regina di Romania” è stato insignito del premio del pubblico alla sezione „Le anteprime dell’autunno” del Festival „Les Films de Cannes à Bucarest”.

 

Il regista Alexis Sweet Cahill ci ha parlato della realizzazione della pellicola, della collaborazione col produttore Gabi Antal e, in generale, della sua partecipazione a progetti romeni: “Gabi mi ha fatto questa proposta nel mese di maggio. È venuto a Roma, dove abito attualmente e abbiamo parlato del progetto. Conoscevo gran parte dell’equipe romena, perché ho girato qui più di 200 video pubblicitari. Ero noto come il barone della birra di Bucarest perché ho realizzato spot pubblicitari per clienti concorrenti. Conoscevo quindi i membri dell’equipe che sono i migliori tra i migliori. Soprattutto coloro che si sono occupati degli effetti visivi ai quali abbiamo ricorso più volte nel nostro film. Abbiamo ricreato una parte della vecchia Bucarest, la Stazione Nord di Parigi, l’esterno dell’Hotel Ritz. Anche le riprese fatte dal direttore dell’immagine Gabriel Kosuth sono state straordinarie. Quando si è circondati dei migliori tecnici e si ha la migliore equipe è impossibile non farcela. Sono stato davvero molto fortunato.”

 

Il risultato: un film in cui la Regina Maria – dalla cui nascita sono ricorsi 144 anni il 29 ottobre – diventa un modello di patriottismo e decisione. Alexis Sweet Cahill: “Se un supereroe non indossa la cappa, quasi-quasi non viene percepito come tale. È vero, no?  Al giorno d’oggi non abbiamo molti esempi reali di eroi. Credo che la regina possa essere un esempio del genere. E, attualmente, in Romania, sembra il momento giusto per presentare questi esempi. Tanto più che tutto quello che presentiamo è realmente accaduto. Non abbiamo per niente addolcito la realtà. Il modo in cui abbiamo presentato la regina è molto autentico. Infatti, abbiamo ripreso mezz’ora in più rispetto a quello che gli spettatori potranno vedere sullo schermo. Però abbiamo eliminato molte immagini appunto per puntare su certe cose e per non scendere a particolari commoventi. Ho voluto che tutto fosse quanto più realistico.”

 

Un film realistico, che rispetta la verità storica, era necessario nel caso della regina Maria il cui coinvolgimento diplomatico nel riconoscimento della Grande Unità del 1918 non è molto conosciuto al pubblico largo in Romania, come ammette anche l’attrice Roxana Lupu: “Confesso con umiltà che non sapevo molte cose sulla regina Maria. A scuola, anche se ho studiato durante il regime post-comunista, non ho appreso molte cose sulla famiglia reale, sebbene mi sia piaciuta da sempre la storia. Si è scritto molto su di lei, perché è stata una persona estremamente affascinante e credo che, nel film, siano presentate molte delle sue sfaccettature: è presentate come donna, moglie, regina, amante, madre, amica ecc. Era una personalità plurivalente.”

 

Non è la prima volta che Roxana Lupu fa la parte di un membro di una casa reale. Di recente ha interpretato sia la regina Elisabetta II nei documentari BBC „Inside Buckingham Palace” e „Inside Windsor Castle", sia sua sorella, la principessa Margaret sempre in un documentario - „Private Lives of Monarchs”, ambedue membri della famiglia allargata dalla quale proveniva la regina di Romania, una delle nipoti della regina Vittoria di Gran Bretagna. Per quanto riguarda l’impatto sul pubblico romeno del film „Maria, regina di Romania”, Roxana Lupu non ha alcun dubbio: “Ho visto come è stato accolto questo film in Romania, alla proiezione durante il festival „Les Films de Cannes à Bucarest” e a quelle nelle altre città del Paese. La gente è molto entusiasta e accoglie il film come una bocca di aria fresca. Gli spettatori hanno detto proprio così: „Avevamo bisogno di sapere queste cose” e „Ci fa molto piacere questo film, siamo commossi” oppure „Quando ci sarà una seconda puntata?” In un certo modo, abbiamo fatto, forse un lavoro di pionieri in questo campo ed è un buon debutto anche per altri film storici sulla monarchia.”


www.rri.ro
Publicat: 2019-11-12 14:45:00
Vizualizari: 331
TiparesteTipareste