09.11.2018

09.11.2018 Grande Guerra: Il presidente romeno, Klaus Iohannis, alla cerimonia di Parigi per il Centenario dell'Armistizio/Romania-Ungheria: Il ministro romeno degli Esteri, Teodor Meleşcanu, incontra, a Bucarest, il collega Peter Szijjarto

Centenario Armistizio - Il presidente romeno, Klaus Iohannis, parteciperà, domani e dopodomani, a Parigi, su invito del collega francese Emmanuel Macron, ad una serie di eventi dedicati al Centenario dell'Armistizio che pose fine alle ostilità durante la Prima Guerra Mondiale. Il capo dello stato romeno sarà presente, accanto ai leader dei Paesi belligeranti durante la Grande Guerra e a quelli degli stati che appoggiarono gli sforzi di guerra, presso l'Arco di Trionfo, dove si terrà la cerimonia del Centenario dell'Armistizio. Klaus Iohannis parteciperà anche all'apertura del Forum di Pace di Parigi, un'iniziativa del presidente Emmanuel Macron, che si prefigge di generare progetti concreti all'insegna del multilateralismo e della cooperazione contemporanea, a sostegno della pace. Inoltre, in occasione della visita a Parigi, il capo dello stato si incontrerà con studenti, masterandi e dottorandi romeni di Parigi impegnati nella ricerca scientifica. Secondo l'Amministrazione Presidenziale, l'incontro, organizzato presso l'Ambasciata della Romania a Parigi, è dedicato al contributo romeno allo sviluppo della scienza e della tecnica in occasione del Centenario dell'Unità della Romania, del 1 Dicembre 1918. 

 

Romania-Ungheria – Il ministro romeno degli Esteri, Teodor Meleşcanu, si è incontrato, oggi, a Bucarest, con il collega della confinante Ungheria, Peter Szijjarto. In questa occasione, i due esponenti hanno discusso delle relazioni bilaterali, con accento sull’aumento dell’interscambio e la cooperazione in settori quali l’energia e l’infrastruttura. Sull’agenda, tra l’altro, l’allargamento dell’Ue ai Balcani Occidentali, la sicurezza nella zona del Mar Nero e il Vicinato orientale dello spazio comunitario, dossier che si annoverano tra le priorità esterne della Presidenza di turno romena del Consiglio dell’Ue nella prima meta’ del prossimo anno. D’altra parte, Melescanu ha trasmesso al suo collega che segue con attenzione il modo in cui le autorità ungheresi gestiscono i temi di politica interna ed estera con implicazioni dirette sulle relazioni bilaterali, soprattutto nel contesto in cui la Romania celebra, quest’anno, il Centenario dell’Unità. Dal canto suo, l’esponente ungherese ha affermato che i due Paesi hanno la capacità di risolvere i loro dossier delicati.

 

Economia – Il deficit commerciale della Romania è cresciuto di oltre un miliardo di euro, nei primi 9 mesi dell’anno. Lo ha annunciato, oggi, l’Istituto Nazionale di Statistica. Il deficit della bilancia commerciale, ossia la differenza tra il valore delle importazioni e quello delle esportazioni, si avvicina a 10 miliardi di euro. Quest’anno, sono stati le auto e gli equipaggiamenti di trasporto ad avere le maggiori incidenze sulle esportazioni e importazioni.

 

Incendio Colectiv - I primi 25 testimoni sono stati convocati, oggi, al Tribunale di  Bucarest, nel fascicolo aperto dopo l'incendio di circa tre anni fa, nel club Colectiv della capitale Bucarest per riferire sui fatti. Il 30 ottobre del 2015, durante un concerto rock, uno spettacolo pirotecnico ha provocato un incendio in seguito al quale sono morte 64 persone e quasi 200 sono rimaste ferite. Nel fascicolo sono processati i proprietari del club Colectiv e l'ex sindaco di rione Cristian Popescu-Piedone. I proprietari sono accusati di aver incoraggiato e permesso l'accesso di un numero di persone di molto oltre il limite ammesso dal club, nel contesto in cui lo spazio non era previsto di più vie di evacuazione di emergenza. Inoltre, hanno pormesso lo svolgimento di uno spettacolo pirotecnico, sebbene gli allestimenti interni del club non erano adeguate per simili attività. D'altra parte, superstiti dell'incendio nel club Colectiv hanno discusso, oggi, con il ministro romeno della Salute, Sorina Pintea, della realizzazione in Romania di un meccanismo per l'intervento d'emergenza nel caso di un incidente con grandi ustionati.

 

Commercio - La Romania sostiene gli sforzi della Commissione Europea nel processo di negoziazione per la riforma dell'Organizzazione Mondiale del Commercio. Lo ha dichiarato, oggi, a Bruxelles, il ministro per l'Ambiente d'Affari, il Commercio e l'Imprenditoria di Bucarest, Ştefan-Radu Oprea. La dichiarazione è stata fatta alla riunione del Consiglio Affari Esteri formato Commercio, dove è stato affrontato anche il tema delle relazioni commerciali UE-USA. In occasione della riunione, il ministro Oprea ha discusso con più colleghi dagli stati comunitari, nel contesto in cui la Romania ricoprirà, nel primo semestre del prossimo anno, la Presidenza di turno del Consiglio dell'Ue.

 

Salario minimo – Il Governo di sinistra di Bucarest ha dato, oggi, il via libera, ad un progetto di ordinanza d’urgenza che stabilisce il quadro legale per un salario minimo garantito differenziato a seconda del titolo di studio e l’anzianità di servizio. La detta ordinanza recherà modifiche al Codice di Lavoro e introdurrà la definizione di salario minimo differenziato. Dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, in base a questa ordinanza d’urgenza, verrà emandata una decisione governativa in cui saranno menzionate le somme stabilite.

 

 

 

 


www.rri.ro
Publicat: 2018-11-09 17:17:00
Vizualizari: 56
TiparesteTipareste