Ascolta RRI in diretta!

Ascolta Radio Romania Internazionale dal vivo

Il progetto della “Fabbrica di pennelli”

A ottobre 2009, è nato a Cluj uno spazio del tutto inedito per larte contemporanea – la Fabbrica di pennelli, il primo progetto collettivo di una simile portata nello spazio culturale romeno, e diventata presto molto conosciuta in tutto il Paese.

Il progetto della “Fabbrica di pennelli”
Il progetto della “Fabbrica di pennelli”

, 02.02.2013, 12:18


A ottobre 2009, è nato a Cluj uno spazio del tutto inedito per l’arte contemporanea — la Fabbrica di pennelli, il primo progetto collettivo di una simile portata nello spazio culturale romeno, e diventata presto molto conosciuta in tutto il Paese. Dal 2009 al 2011 la Fabbrica di pennelli ha ospitato oltre 40 spettacoli, 50 mostre, 30 workshop e 10 festival. Ne abbiamo parlato con Miki Branişte, che dirige l’Associazione ColectivA, parte del progetto della Fabbrica di pennelli.




“E’ un’iniziativa comune delle principali organizzazioni culturali di Cluj. La Fabbrica di pennelli vede coinvolti galleristi, scultori, pittori, artisti che realizzano opere video, installazioni o performance. Ma ci sono anche ONG che offrono spettacoli di danza, di teatro o che organizzano concerti. Siamo un gruppo molto variato di persone che, ad un certo momento della loro vita, avevano un solo desiderio, e secondo me, è ciò che ci ha unito e ci ha fatto restare insieme”, spiega Miki Branişte.




Su 3.000 metri quadri, la Fabbrica di pennelli vuol dire 40 artisti contemporanei, 5 gallerie di arte contemporanea, 10 organizzazioni culturali e due sale spettacoli. Il suo nome proviene dalla destinazione iniziale del posto.




“Abbiamo tentato di mantenere quanto più cose che ricordassero l’identità iniziale dello spazio. Quando siamo entrati qui per la prima volta vi abbiamo trovato i vari tipi di pennelli che venivano fabbricati e persino manifesti sulla sicurezza sul lavoro. Abbiamo conservato tutti questi oggetti e li abiamo messi in mostra, in segno di rispetto per il lavoro di coloro che hanno operato in quello spazio prima di noi”, aggiunge Miki Branişte.




In tempi di crisi, il finanziamento per le attività culturali si ottiene con grande difficoltà, soprattutto se si tratta di attività indipendenti. Il modo in cui i membri della Fabbrica di pennelli riescono a sopravvivere è un esempio di comunità e solidarietà.




“Noi che abitiamo” nella Fabbrica di pennelli tramite i nostri progetti culturali, ricorriamo a varie fonti di finanziamento, soprattutto le ONG, perché gli artisti vendono le loro opere, partecipano a fiere internazionali, ad aste. A giugno 2012, più colleghi della Fabbrica di pennelli hanno donato le loro opere per un’asta svoltasi alla Casa d’asta Tajan di Parigi. Gli incassi — 90 mila euro — sono stati investiti nella Fabbrica di pennelli per riparazioni e per il riscaldamento, che d’inverno costa parecchio. Lo scopo è stato proprio che questi fondi aiutassero a coagulare meglio la comunità e a poter trasformare alcuni spazi … Secondo me, questa coabitazione tra arti visive e arti performative è benefica. Se nei primi due anni di vita della Fabbrica a sostenerla dal punto di vista finanziario sono state le ONG, l’anno scorso si è sentita l’importanza degli artisti visivi e il fatto che, tramite le donazioni fatte, possono contribuire parecchio. Praticamente, ci aiutiamo tra di noi. Quest’anno ci sarà una nuova asta, alla stessa Casa di Parigi, perchè anche gli organizzatori francesi sono stati contenti di come siano stati poi investiti i soldi ricavati”, conclude Miki Branişte.




Una parte dei soldi ricavati dopo l’asta di Parigi è stata destinata al riallestimento di uno spazio di socializzazione, che sarà anche una biblioteca d’arte, aperta a tutti, il sogno di più artisti della Fabbrica, per cui regaleranno una parte delle loro collezioni personali di riviste, album, libri sulla teoria dell’arte.




Per gli artisti e le associazioni culturali della Fabbrica di pennelli, è il pubblico ad offrire la motivazione per continuare l’attività ed investire in uno spazio diventato di riferimento per la città di Cluj. Tra i progetti culturali svoltisi questa settimana alla Fabbrica di pennelli si annoverano un workshop di comunicazione musicale, in cui i partecipanti hanno a disposizione tutta una serie di strumenti, conosciuti o meno, moderni o antichi; uno spettacolo work in progress”, FEED (me) BACK”, che ogni volta si adegua al pubblico presente in sala oppure un atelier di percussione, Your brain on drums”. (trad. Gabriela Petre)

Agenda culturale sabato, 18 Maggio 2024

Galleria di terapie per bambini con bisogni speciali

L’evento è organizzato dall’associazione “Albert și zâmbete / Alberto e sorrisi” e si propone di creare uno spazio in cui famiglie e...

Galleria di terapie per bambini con bisogni speciali
Foto: facebook.com/PremiileGopo
Agenda culturale sabato, 11 Maggio 2024

I premi Gopo 2024

La 18/a edizione del Galà dei Premi Gopo, che si è proposta di celebrare i risultati ottenuti nel cinema romeno negli ultimi anni si è svolta al...

I premi Gopo 2024
Il film
Agenda culturale sabato, 04 Maggio 2024

Horia, il debutto di Ana-Maria Comănescu nel lungometraggio

“Horia”, il debutto nel lungometraggio della regista Ana-Maria Comănescu, è arrivato di recente sui grandi schermi in Romania....

Horia, il debutto di Ana-Maria Comănescu nel lungometraggio
La mostra „Pavel Obreja e Hanna Kozeletska - Aprile”
Agenda culturale sabato, 27 Aprile 2024

La mostra „Pavel Obreja e Hanna Kozeletska – Aprile”

Il Centro Culturale „Mihai Eminescu” di Bucarest ospita, nel mese di aprile, la mostra di scultura e pittura di due artisti, marito e moglie:...

La mostra „Pavel Obreja e Hanna Kozeletska – Aprile”
Agenda culturale sabato, 20 Aprile 2024

Solo Show – Eugen Raportoru

Nei mesi di aprile e di maggio, tra la Pasqua cattolica e quella ortodossa, la Galleria CREART di Bucarest ospita una mostra dell’artista visivo...

Solo Show – Eugen Raportoru
Agenda culturale sabato, 13 Aprile 2024

“Il caso dell’ingegnere Ursu”, un documentario sulla ricerca della giustizia

Da più di 30 anni, Andrei Ursu sta lottando per far conoscere la verità sulla morte di suo padre. Gheorghe Ursu è stato ucciso nelle carceri della...

“Il caso dell’ingegnere Ursu”, un documentario sulla ricerca della giustizia
Agenda culturale sabato, 06 Aprile 2024

La Romania alla Fiera del Libro di Londra 2024

A 35 anni dalla Rivoluzione Romena, l’Istituto Culturale Romeno ha celebrato la libertà in tutte le sue forme creative, ad una nuova edizione...

La Romania alla Fiera del Libro di Londra 2024
Agenda culturale sabato, 30 Marzo 2024

La Romania alla Biennale di Venezia

“Che cos’è il lavoro / What Work Is” è il progetto selezionato che rappresenterà la Romania alla 60-a edizione della Mostra...

La Romania alla Biennale di Venezia

Compagno

Muzeul Național al Țăranului Român Muzeul Național al Țăranului Român
Liga Studentilor Romani din Strainatate - LSRS Liga Studentilor Romani din Strainatate - LSRS
Modernism | The Leading Romanian Art Magazine Online Modernism | The Leading Romanian Art Magazine Online
Institului European din România Institului European din România
Institutul Francez din România – Bucureşti Institutul Francez din România – Bucureşti
Muzeul Național de Artă al României Muzeul Național de Artă al României
Le petit Journal Le petit Journal
Radio Prague International Radio Prague International
Muzeul Național de Istorie a României Muzeul Național de Istorie a României
ARCUB ARCUB
Radio Canada International Radio Canada International
Muzeul Național al Satului „Dimitrie Gusti” Muzeul Național al Satului „Dimitrie Gusti”
SWI swissinfo.ch SWI swissinfo.ch
UBB Radio ONLINE UBB Radio ONLINE
Strona główna - English Section - polskieradio.pl Strona główna - English Section - polskieradio.pl
creart - Centrul de Creație Artă și Tradiție al Municipiului Bucuresti creart - Centrul de Creație Artă și Tradiție al Municipiului Bucuresti
italradio italradio
Institutul Confucius Institutul Confucius
BUCPRESS - știri din Cernăuți BUCPRESS - știri din Cernăuți

Affiliazioni

Euranet Plus Euranet Plus
AIB | the trade association for international broadcasters AIB | the trade association for international broadcasters
Digital Radio Mondiale Digital Radio Mondiale
News and current affairs from Germany and around the world News and current affairs from Germany and around the world
Comunità radiotelevisiva italofona Comunità radiotelevisiva italofona

Provider

RADIOCOM RADIOCOM
Zeno Media - The Everything Audio Company Zeno Media - The Everything Audio Company