Ascolta RRI in diretta!

Ascolta Radio Romania Internazionale dal vivo

Il Teatro di Oravita

Replica a scala minore del famoso monumento viennese, il Teatro di Oravita, città della provincia di Caras-Severin (sud-ovest) è sopravvissuta alle guerre e al periodo comunista. Qualcuno si può chiedere come mai il primo teatro della Romania sia stato fo

Il Teatro di Oravita
Il Teatro di Oravita

, 19.02.2013, 12:54


Replica a scala minore del famoso monumento viennese, il Teatro di Oravita, città della provincia di Caras-Severin (sud-ovest) è sopravvissuta alle guerre e al periodo comunista. Qualcuno si può chiedere come mai il primo teatro della Romania sia stato fondato proprio a Oravita?!




La sua straordinaria storia ci è stata raccontata dal suo direttore, Ionel Bota, storico e filologo, in un dialogo con il corrispondente di Radio Romania nella provincia di Caras – Severin, Mario Balint. Ionel Bota dirige il teatro locale dal 1998 e ha scritto tre volumi sulla “Storia del Teatro vecchio di Oravita”.




Il teatro è stato costruito sul terreno di un ex sfruttamento mineriario, che si chiamava, guarda caso, THALIA, proprio come la dea dell’arte drammatica. Una zona ricca di minerali, rame, ferro, zinco. Il progresso economico fu una vera attrazione per varie etnie verso la parte montana del Banato, in cerca di lavoro.




Oravita è diventata una città multiculturale, con quasi 8.000 abitanti, tra cui cechi, polacchi, tedeschi, serbi, ebrei, romeni. Apparverso anche le associazioni culturali delle etnie, di lettura e teatro. Nel 1790 fu fondata l’Unione dei dilettanti di Oravita, che rappresentava tutti gli appassionati del teatro, e che organizzava spettacoli teatrali, di versi, di musica.




L’unico problema era che gli spettacoli si svolgevano in spazi improvvisati. Per cui, tutta la città ha militato per la creazione di un teatro stabile, in un formidabile movimento di solidarietà, con tanta di raccolta fondi per questo progetto. Cosicchè, nel 1816 fu raccolta una somma importante per l’epoca – 30.000 fiorini d’oro.




Si avvicinava il centenario della liberazione del Banato dagli ottomani, stati cacciati via dagli austriachi nel 1718. Cent’anni dopo, Vienna voleva qualcosa di speciale nel Banato. E allora gli abitanti di Oravita chiesero di avere un teatro !




L’architetto locale Ion Niuni, che aveva studiato a Vienna, contattò un suo ex collega, Ieonimus Platzger, dell’Accademia di Alte Arti della capitale imperiale, chiedendogli una replica fedele del Burgtheater. Detto fatto. La strada fu aperta e così, tutti gli abitanti di Oravita si accinsero al volontariato. I lavori cominciarono nell’estate del 1816 e si conclusero nella primavera del 1817. Gli abitanti della città furono aiutati dai contadini delle zone circondanti, a trasportare con le carrozze, la pietra delle cave vicine.




La famiglia imperiale di Vienna, Francesco I e Carolina Augusta, arrivarono al secondo spettacolo del Teatro di Oravita. Le prime due rappresentazioni si svolsero il 5 e il 7 ottobre del 1817, e furono annunciate in tutta la città da depliants di seta. Il teatro inaugurato in questa zona mineraria, diventò nel 1817 una vera calamita culturale, per tutta la cittadinanza della regione.




Tra le compagnie che vi si esibirono, quelle del Teatro Reale di Madrid, del Teatro Bolshoi di Mosca, l’orchestra imperiale della Russia. Non mancarono le compagnie viennesi, come quelle dirette da Ludvig Duba, Kurt Wonger e Ida de Gunther.




Un episodio speciale nella storia del teatro è legato alla visita della compagnia di Mihail Pascali, di cui faceva parte, come suggeritore anche Mihai Eminescu, diventato il sommo poeta romeno.




Il fatto fu ricordato il 31 agosto del 1868. La compagnia fece due rappresentazioni, il 1 e il 2 di settembre. Dopo la Grande Unione del 1918, a Oravita vennero anche altri grandi scrittori romeni, tra cui Victor Eftimiu e Lucian Blaga, a presentare le loro creazioni drammatiche. Nello stesso teatro ha suonato anche il compositore e violinista George Enescu!

– Mostra
Raccontare Romania venerdì, 24 Maggio 2024

Mostra “7+” a Bucarest

La curatrice Adina Rențea ha offerto maggiori dettagli a Radio Romania Internazionale. “Prima di tutto, è la terza edizione di questo...

Mostra “7+” a Bucarest
Foto: pixabay.com
Raccontare Romania mercoledì, 22 Maggio 2024

Alloggi più costosi in Romania

I prezzi sono sostenuti da un forte aumento della domanda. A Bucarest, il prezzo medio per metro quadrato utile è di 1.850 euro, con una crescita...

Alloggi più costosi in Romania
Foto: HubertPhotographer / pixabay.com
Raccontare Romania lunedì, 20 Maggio 2024

Nuovi voli dalla Romania

Sempre dal 17 giugno, i viaggiatori avranno voli diretti da Bucarest a Smirne, in Turchia (Aeroporto Internazionale Adnan Menderes), tre volte a...

Nuovi voli dalla Romania
Foto: RAD Art Fair
Raccontare Romania giovedì, 16 Maggio 2024

RAD Art Fair a Bucarest

“RAD è stato ideato come Romanian Art Dealers. Le gallerie d’arte contemporanea di Romania si sono unite e stiamo facendo qualcosa...

RAD Art Fair a Bucarest
Raccontare Romania giovedì, 04 Aprile 2024

Info Romania in Schengen

Dal 31 marzo 2024, la Romania e la Bulgaria fanno parte dell’Area Schengen, lo spazio europeo di libera circolazione, per ora con le frontiere...

Info Romania in Schengen
Raccontare Romania sabato, 30 Marzo 2024

Art Safari – Segreti e Tesori

All’inizio di marzo, il Padiglione Art Safari ha aperto a Bucarest i battenti all’edizione “Segreti e Tesori”, che presenta...

Art Safari – Segreti e Tesori
Raccontare Romania venerdì, 29 Marzo 2024

Tutto sulla vignetta in Romania

Il pedaggio per la rete di autostrade, superstrade, strade europee e nazionali in Romania è stato modificato dall’11 marzo 2024. La vignetta...

Tutto sulla vignetta in Romania
Raccontare Romania martedì, 26 Marzo 2024

Il mercato immobiliare in Romania

A febbraio 2024, in Romania sono stati venduti quasi 53.800 immobili, oltre 16.500 in più rispetto a gennaio. Il numero di case, terreni e...

Il mercato immobiliare in Romania

Compagno

Muzeul Național al Țăranului Român Muzeul Național al Țăranului Român
Liga Studentilor Romani din Strainatate - LSRS Liga Studentilor Romani din Strainatate - LSRS
Modernism | The Leading Romanian Art Magazine Online Modernism | The Leading Romanian Art Magazine Online
Institului European din România Institului European din România
Institutul Francez din România – Bucureşti Institutul Francez din România – Bucureşti
Muzeul Național de Artă al României Muzeul Național de Artă al României
Le petit Journal Le petit Journal
Radio Prague International Radio Prague International
Muzeul Național de Istorie a României Muzeul Național de Istorie a României
ARCUB ARCUB
Radio Canada International Radio Canada International
Muzeul Național al Satului „Dimitrie Gusti” Muzeul Național al Satului „Dimitrie Gusti”
SWI swissinfo.ch SWI swissinfo.ch
UBB Radio ONLINE UBB Radio ONLINE
Strona główna - English Section - polskieradio.pl Strona główna - English Section - polskieradio.pl
creart - Centrul de Creație Artă și Tradiție al Municipiului Bucuresti creart - Centrul de Creație Artă și Tradiție al Municipiului Bucuresti
italradio italradio
Institutul Confucius Institutul Confucius
BUCPRESS - știri din Cernăuți BUCPRESS - știri din Cernăuți

Affiliazioni

Euranet Plus Euranet Plus
AIB | the trade association for international broadcasters AIB | the trade association for international broadcasters
Digital Radio Mondiale Digital Radio Mondiale
News and current affairs from Germany and around the world News and current affairs from Germany and around the world
Comunità radiotelevisiva italofona Comunità radiotelevisiva italofona

Provider

RADIOCOM RADIOCOM
Zeno Media - The Everything Audio Company Zeno Media - The Everything Audio Company