Ascolta RRI in diretta!

Ascolta Radio Romania Internazionale dal vivo

Parlamento: priorità della prima sessione 2013


La revisione della Costituzione, il riassestamento territoriale, l’adozione dello Statuto dei parlamentari sono alcune delle priorità della nuova sessione parlamentare di Bucarest. Sia la maggioranza che l’opposizione hanno dichiarato all’unisono che desiderano la modifica della Legge fondamentale. Ma, se i democratico-liberali, il principale partito all’opposizione, si pronunciano per il rispetto dell’esito del referendum del 2009, quando i romeni hanno detto sì ad un parlamento monocamerale con un massimo di 300 membri, l’Unione social-liberale (al governo), si pronuncia per due camere con attribuzioni diverse. In seguito alle politiche dello scorso 9 dicembre, il Senato e la Camera dei Deputati contano attualmente quasi 600 membri. La revisione della Costituzione dovrebbe chiarire anche le attribuzioni del presidente e della Corte Costituzionale.

Parlamento: priorità della prima sessione 2013
Parlamento: priorità della prima sessione 2013

, 05.02.2013, 12:24




Un’altra priorità dei parlamentari è la Legge sullo Statuto dei parlamentari, rinviata dal capo dello stato Traian Basescu al Legislativo. Basescu chiede, in particolar modo, il riesame delle modifiche relative alle situazioni di incompatibilità e al conflitto d’interessi che, nella sua opinione, sarebbero in contraddizione con le raccomandazioni della Commissione Europea nel recente rapporto sui progressi nella giustizia romena stilato nell’ambito del Meccanismo di Cooperazione e Verifica. Il presidente della Camera dei Deputati, il socialdemocratico Valeriu Zgonea ha detto che alcuni requisiti del presidente sono stati riuniti.




“Il presidente ci raccomanda di discutere con l’Agenzia Nazionale per l’Integrità e con il Pubblico Ministero al fine di prendere queste misure, il che abbiamo già fatto. Ci raccomanda di discutere con le ong, con cui abbiamo avuto un dialogo, e accenna a due capitoli del precedente testo del Meccanismo di Cooperazione e Verifica, che noi abbiamo rispettato. Ci raccomanda di andare verso l’implementazione del Codice di Condotta, il che significa che i passi compiuti sono dei passi normali, corretti”, ha dichiarato Valeriu Zgonea.




D’altra parte, nell’attuale sessione, i parlamentari affronteranno anche il riassestamento territoriale. Un progetto promosso dal Partito democratico-liberale prevede che le attuali 40 province siano sostituite da 8 province maggiori. L’Unione social-liberale propone invece 8 regioni di sviluppo, mentre l’Unione democratica magiari di Romania – 16. Il premier Victor Ponta ha ricordato che il riassestamento va attuato nel 2013, sottolineando che, in assenza di regioni riconosciute nella Costituzione, nella programmazione finanziaria 2014-2020 non si potrà più accedere a fondi europei. Sarebbe per la prima volta che cambierebbe la suddivisione amministrativa del territorio del Paese, dopo il 1968. (trad. Adina Vasile)

foto: spitalregionalcluj.ro
In primo piano lunedì, 20 Maggio 2024

Ospedale Regionale a Cluj-Napoca

Il 2024 si delinea come l’anno dei grandi progetti infrastrutturali in Romania. Un anno in cui si terranno elezioni amministrative, europee,...

Ospedale Regionale a Cluj-Napoca
Foto: facebook.com/ Guvernul României
In primo piano venerdì, 17 Maggio 2024

Fondi per modernizzare infrastrutture di trasporto

Nella riunione svoltasi ieri, il Governo di Bucarest ha approvato, tra l’altro, due importanti investimenti nel settore ferroviario e stradale....

Fondi per modernizzare infrastrutture di trasporto
foto: pixabay.com
In primo piano giovedì, 16 Maggio 2024

Previsioni sull’inflazione

La Banca Centrale di Romania ha rivisto al rialzo le previsioni relative all’inflazione per la fine di quest’anno, dal 4,7% al 4,9%. Allo...

Previsioni sull’inflazione
Foto: pixabay.com
In primo piano mercoledì, 15 Maggio 2024

Leggi più severe approvate dal Parlamento

Il disegno di legge che impone sanzioni più severe per i conducenti sorpresi al volante ubriachi o drogati è stato adottato dalla Camera dei...

Leggi più severe approvate dal Parlamento
In primo piano martedì, 14 Maggio 2024

Proteste contro eccessiva tassazione

L’eccessiva tassazione sul lavoro imposta dall’Esecutivo ha spinto il Blocco Nazionale Sindacale di Romania e le 29 federazioni affiliate...

Proteste contro eccessiva tassazione
In primo piano lunedì, 13 Maggio 2024

La Romania nell’UE – beneficiario netto

“La Romania è un capitolo importante nella storia dell’Unione Europea. Si tratta di un’opportunità data insieme ai fondi che...

La Romania nell’UE – beneficiario netto
In primo piano venerdì, 10 Maggio 2024

Giornata dell’Europa, celebrazioni in Romania e Repubblica di Moldova

Il 9 maggio, la Romania ha celebrato, insieme agli altri stati europei, la Giornata dell’Europa, dedicata alla pace e all’unità del...

Giornata dell’Europa, celebrazioni in Romania e Repubblica di Moldova
In primo piano giovedì, 09 Maggio 2024

Romania entra in campagna elettorale

Tra un mese esatto, i romeni sono attesi alle urne per eleggere i loro rappresentanti al Parlamento Europeo, nonché i futuri sindaci, consiglieri...

Romania entra in campagna elettorale

Compagno

Muzeul Național al Țăranului Român Muzeul Național al Țăranului Român
Liga Studentilor Romani din Strainatate - LSRS Liga Studentilor Romani din Strainatate - LSRS
Modernism | The Leading Romanian Art Magazine Online Modernism | The Leading Romanian Art Magazine Online
Institului European din România Institului European din România
Institutul Francez din România – Bucureşti Institutul Francez din România – Bucureşti
Muzeul Național de Artă al României Muzeul Național de Artă al României
Le petit Journal Le petit Journal
Radio Prague International Radio Prague International
Muzeul Național de Istorie a României Muzeul Național de Istorie a României
ARCUB ARCUB
Radio Canada International Radio Canada International
Muzeul Național al Satului „Dimitrie Gusti” Muzeul Național al Satului „Dimitrie Gusti”
SWI swissinfo.ch SWI swissinfo.ch
UBB Radio ONLINE UBB Radio ONLINE
Strona główna - English Section - polskieradio.pl Strona główna - English Section - polskieradio.pl
creart - Centrul de Creație Artă și Tradiție al Municipiului Bucuresti creart - Centrul de Creație Artă și Tradiție al Municipiului Bucuresti
italradio italradio
Institutul Confucius Institutul Confucius
BUCPRESS - știri din Cernăuți BUCPRESS - știri din Cernăuți

Affiliazioni

Euranet Plus Euranet Plus
AIB | the trade association for international broadcasters AIB | the trade association for international broadcasters
Digital Radio Mondiale Digital Radio Mondiale
News and current affairs from Germany and around the world News and current affairs from Germany and around the world
Comunità radiotelevisiva italofona Comunità radiotelevisiva italofona

Provider

RADIOCOM RADIOCOM
Zeno Media - The Everything Audio Company Zeno Media - The Everything Audio Company